×

Quando? il Medico Veterinario Esperto in comportamento animale interviene specificatamente in queste situazioni:

  • Comportamenti aggressivi verso persone, cani o altri animali
  • Ansia da separazione
  • Paura e Fobie
  • Comportamenti ripetitivi, stereotipie
  • Difficoltà di adattamento all’ambiente post adozione o trasloco
  • Comportamenti iperattivi e distruzioni in casa
  • Difficoltà di apprendimento (difficoltà di insegnare al cane l’educazione di base e addestramenti specifici)
  • Cambiamenti comportamentali causati dell’invecchiamento, patologie organiche, dolore ecc. (risvegli notturni, depressione, ansia, aggressività)
  • Distacco dalla madre prima dei due mesi di vita, cuccioli o gattini orfani
  • Cani o gatti con passato di maltrattamento
  • In tutti i casi in cui è richiesta una preparazione specialistica in medicina veterinaria, comportamento animale e rapporto uomo -animale.

Come? la visita si svolge con un colloquio approfondito con il proprietario, una valutazione dei comportamenti del paziente ed un’analisi dell’ambiente di vita. La visita può essere svolta a domicilio o in ambulatorio con l’ausilio del Medico Curante.
La prima visita comportamentale ha lo scopo di individuare il problema che presenta l’animale, individuarne le cause, fornire una prognosi e impostare una terapia. Possono essere richiesti degli approfondimenti diagnostici per inquadrare correttamente il caso clinico in accordo con il Medico Curante.
La terapia consta sempre di alcune modificazione nella gestione del paziente alle quali si affiancherà una terapia di supporto farmacologica e/o omeopatica e/o fitoterapica e/o nutraceutica scelta in sia in accordo con il proprietario che tenendo conto delle manifestazioni cliniche del paziente. Seguono alcune visite di controllo con cadenza da stabilire in base al problema presentato dal paziente ed un eventuale percorso di riabilitazione.